Il coniglio nano appartiene all’ordine dei Logomorfi. La durata della sua vita è attorno ai 4-7 anni. La sua forma è raccolta e arrotondata. Il pelo, fine, presenta varie colorazioni e lunghezze a seconda della razza. Tra le razze più importanti troviamo la “testa di leone” caratterizzata da pelo lungo attorno al collo e sulla parte ventrale del corpo e “l’ariete” con le sue tipiche lunghe orecchie pendenti (di solito ha una taglia superiore alle altre razze ). Gli occhi sono vispi e tondi, normalmente rossi se la pelliccia è bianca.Questi vedono meglio lontano e con poca luce. Presenta degli incisivi a crescita continua.Le zampette sono corte ed esili; la coda minuta. Per distinguere un maschio da una femmina è importante osservare la distanza tra l’organo genitale e l’ano. Infatti nel maschio la distanza è quasi doppia che nella femmina. È possibile altresì effetuare una leggera pressione con due dita attorno all’organo in modo da evidenziare il piccolo pene del maschio. Attorno ai 5 mese il coniglio nano si può ritenere sessualmente attivo e da quel momento si può accoppiare per tutto l’anno. Il coniglio non presenta calori perchè ha un’ovulazione indotta. Dopo circa 29 giorni di gestazione la femmina può mettere al mondo 3-4 cuccioli.

Il coniglio nano è un animale docile che si affeziona facilmente all’uomo e con cui ama giocare. Il maschio del coniglietto nano tende a marcare il territorio con l’urina e questo potrebbe essere un problema se gira per casa. Sono animali curiosi, simpatici ma anche molto timidi . Si possono tenere più femmine, due maschi è molto difficile a causa dei conflitti che si possono verificare, un maschio ed una femmina possono stare ma bisogna tenere conto dei possibili accoppiamenti. Avendo gli incisivi a crescita continua, il coniglio nano ha bisogno di mantenerli regolati rosicchiando qua e là. Attenzione quindi a cavi elettrici, mobili, piante.. (meglio lasciare libero il nostro animaletto solo in nostra presenza). Se tamburella con le zampe posteriori è una sorta di segnale d’allarme di solito seguito da una fuga. Le orecchie appiattite all’indietro sono segno di paura o di una possibile aggressione mentre le leccatine sono una manifestazione d’affetto.